Vai a sottomenu e altri contenuti

Richiesta variazione nome o cognome

Può essere effettuato il cambiamento del nome o l'aggiunta di un altro nome, ovvero può essere cambiato il cognome perché ridicolo o vergognoso o rivelante origine naturale.

Chiunque vuole cambiare il nome o aggiungere al proprio un altro nome, ovvero vuole cambiare il cognome perché ridicolo o vergognoso o perché rivela origine naturale, deve fare domanda al Prefetto della provincia del luogo di residenza o di quello nella cui circoscrizione è situato l'ufficio dello stato civile, dove si trova l'atto di nascita, al quale la richiesta si riferisce.

Il Prefetto, recepita la domanda, provvede a svolgere l'istruttoria al termine della quale, se l'istanza è ritenuta meritevole di accoglimento, emette un decreto che autorizza la pubblicazione di un sunto della medesima, all'albo pretorio del Comune di nascita e di quello di residenza.

La pubblicazione deve avere la durata di 30 giorni, ai quali devono seguire altri 30 giorni per eventuali opposizioni. Trascorsi i termini, il Prefetto emette un secondo decreto che autorizza al cambiamento richiesto e ordina all'ufficiale di stato civile del Comune di residenza, su istanza dell'interessato, di apportare la variazione nei registri di stato civile.

Requisiti

Il cambio di nome o cognome è consentito solo nei casi di nomi e cognomi ridicoli o vergognosi o se questi rivelano origine naturale.

Costi

E' richiesta una marca da bollo da € 14,62 da apporre sulla domanda, solo nel caso in cui si chieda il cambiamento del nome o l'aggiunta di altro nome. In tutti i casi di richiesta di cambiamento di nomi e cognomi, perché ridicoli o vergognosi o perché rivelanti origine naturale, le domande e i provvedimenti, le copie relative, gli scritti e i documenti eventualmente prodotti sono esenti dal bollo.

Normativa

Ordinamento di Stato Civile Decreto del Presidente della Repubblica 3/11/2000, numero 396, articolo 89.

Documenti da presentare

  1. Domanda motivata al Prefetto. Nel caso di minori la domanda deve essere firmata da entrambi i genitori.
  2. Autocertificazione di residenza e stato di famiglia. Nel caso di minori l'autocertificazione deve riguardare entrambi i genitori.
  3. Fotocopia di un documento di identità . Nel caso di minori di entrambi i genitori.
  4. Eventuale documentazione che l'istante o gli istanti ritengano necessaria per sostenere le motivazioni dichiarate nell'istanza.
  5. Dichiarazione di assenso degli eventuali cointeressati accompagnata dalla fotocopia di un documento di identità (solo nel caso di richiesta di cambiamento del cognome).

Incaricato

Ufficiale di Stato civile

Tempi complessivi

Sono previsti minimo 60 giorni.